Kenkoku kinen no hi - 建国記念の日 - Festa della Fondazione nazionale

Kenkoku kinen no hi - 建国記念の日 - Festa della Fondazione nazionale, è una festa nazionale giapponese che si celebra ogni anno l’11 febbraio.
In questa giornata, i giapponesi celebrano la fondazione della nazione e la discendenza imperiale a partire dal suo primo leggendario imperatore Jimmu, che stabilì la sua capitale a Yamato.
L’origine della fondazione nazionale è da ricercarsi nel Capodanno del calendario tradizionale giapponese basato sui cicli lunari: la fondazione del Giappone, da parte dell'Imperatore Jimmu, fu celebrata sulla base del Nihonshoki -日本 书 纪- in cui si afferma che l'imperatore Jimmu salì al trono il primo giorno del primo mese.
Nel periodo Meiji, il governo giapponese decretò Kenkoku kinen no hi festa nazionale, e nello stesso tempo, nel 1873, stabilì il passaggio al calendario gregoriano. Il governo, nel 1872, decretò che il 29 gennaio 1873, la festa della Fondazione nazionale cadesse il 29 gennaio, data corrispondente per quell’anno al primo giorno del calendario lunare di origine cinese. L’intento del governo era quello di far sovrapporre la data del calendario gregoriano al capodanno del calendario lunare, per mantenere la tradizione avviata dall’imperatore Jimmu, ma contrariamente alle aspettative del governo, ciò portò la popolazione a vedere nel 29 gennaio non la data simbolica della Fondazione nazionale, bensì la data del capodanno lunare inserita nel calendario gregoriano. In risposta a questo equivoco, sempre nel 1873, il governo decise di spostare la festa, Kenkoku kinen no hi, il giorno 11 febbraio del calendario gregoriano, dichiarando che la data scelta corrispondeva al giorno di regno dell’imperatore Jimmu e per non cadere in altri equivoci evitò di pubblicare il metodo di calcolo della datazione gregoriana.

Nella sua forma originale, la festa era chiamata Kigensetsu -纪元 节- Giorno dell’Impero. Si pensa che l’imperatore Meiji abbia deciso di istituire questa festa per rafforzare la legittimità della famiglia imperiale a seguito della soppressione dello shogunato Tokugawa. I sostenitori dell’imperatore erano convinti che la festa nazionale potesse essere un utile strumento per raggiungere l’unificazione della nazione e per questo motivo l’imperatore Meiji sostenne pubblicamente il suo legame con il primo imperatore, il fondatore Jimmu, e di conseguenza con la divinità Amaterasu-ōmikami -天照大神-, dea del sole, da cui discendono tutte le cose. Con questa proclamazione l’imperatore si dichiarò l’unico, vero sovrano del Giappone.
Con le sue grandi parate e feste Kigensetsu veniva considerata una delle quattro principali festività del Giappone ma dato il suo legame con la mitologia scintoista e la nobiltà giapponese, fu abolito dopo la Seconda guerra mondiale e per ironia della sorte, l’11 febbraio fu il giorno in cui il generale MacArthur approvò la bozza della Costituzione giapponese nel 1946.
Per tutti gli anni cinquanta, anche se spogliata della maggior parte dei riferimenti palesi all'imperatore, rimase nella mente dei giapponesi come un giorno per esprimere il patriottismo e l'amore per la nazione e solamente nel 1966 la festa commemorativa di Kigensetsu fu ristabilita come Kenkoku kinen no hi.

La prassi attuale delle celebrazioni per la festa della Fondazione nazionale, in contrasto con gli eventi associati ai precedenti Kigensetsu, è relativamente modesta. La consuetudine più diffusa è l’esposizione della bandiera giapponese per stimolare il senso di nazionalità nella cittadinanza, ma espressioni evidenti di nazionalismo o patriottismo sono eventi rari, forse perché a tutt’oggi questa festività risulta relativamente controversa in rapporto alla storia del paese.


Fonte Wikipedia

Calendario appuntamenti 19-01-2018

APPUNTAMENTI

2016 - WORK IN PROGRESS

ATTENZIONE Calendario non aggiornato! sad

Il paese più stupido del mondo

Incontro-dibattito con C.Giunta
lunedì 6 maggio 2013: 20.30
Cafè de la Paix TN

勉強会

Gruppo di ripasso lingua giapponese
Sabato 4 maggio: 10.30
Cafè de la Paix

Corso di lingua giapponese: principianti 1° livello

13° LEZIONE
Giovedì 2 maggio: 18.30-20.30
Scuole Bresadola-Trento

Corso di lingua giapponese: principianti 1° livello

10° LEZIONE
Giovedì 28 marzo: 18.30-20.30
Scuole Bresadola-Trento