Hinamatsuri - 雛祭り - Festa delle bambole

Letteralmente: hina= bambole, matsuri= festa


http://yomoyamabanashi.it/img/2010/hinaningyo_piccola.jpgIn Giappone questa festività ricorre il 3 marzo*, il terzo giorno del terzo mese dell’anno, ed è conosciuta come la festa delle ragazze, ma non è una festa nazionale.
Questa festa ha origine in Cina, dove si pensava che la sfortuna sarebbe passata dalle ragazze alle bambole, in Giappone la sua celebrazione era fondata sulla credenza che le bambole avessero il potere di contenere gli spiriti malvagi e le malattie corporali.
Questa tradizione trae origine dall’antico cerimoniale di purificazione hina nagashi – 雛流し (bambola galleggiante), durante il quale le bambole hina ningyou – 雛人形, in origine realizzate di paglia o carta, venivano posate lungo un corso d’acqua o su di una barca affinché la corrente portasse via con se gli spiriti maligni e la cattiva sorte accumulati durante l’anno.
Successivamente, dopo il periodo Edo (1600-1867), le bambole sono diventate la rappresentazione della corte feudale, riprodotta in abiti di corte del periodo Heian (794-1185) e la festa una celebrazione delle bambine presenti in famiglia.
Il 3 marzo quindi ora è un giorno per pregare per una buona crescita e tanta felicità alle giovani ragazze. Il giorno viene chiamato anche festa dei peschi Momo no Sekku – 桃の節句, riferendosi alla stagione della fioritura dei peschi seguendo il vecchio calendario lunare. La fioritura simboleggia la crescita delle giovani della casa.
Le famiglie più tradizionaliste conservano da generazioni la propria collezione di bambole che, come da tradizione, nel caso in famiglia vi siano figlie femmine vengono esposte in casa nel periodo precedente il 3 marzo, fino ad un mese prima. Il giorno della festività le bambole vengono messe via prima della fine della giornata a simboleggiare l’antico rituale di porre le bambole lungo i fiumi per scacciare la cattiva sorte: la fretta con cui vengono riposte è una preghiera per un matrimonio non troppo in là nel tempo.
Le bambole ornamentali possono variare sia nelle dimensioni sia nella qualità, e così anche la loro rappresentazione, ma il loro significato simbolico e lo schema di base rimangono fissi. Le bambole esposte devono solo essere guardate e mai toccate.
Le bambole solitamente sono disposte su cinque o sette piani hinadan, coperti da un tappetino rosso chiamato mousen: in cima sono disposte le bambole che raffigurano l’imperatore Odairi-sama e l’imperatrice Ohime-sama in costumi antichi da cerimonia, seduti con i volti rivolti verso l’osservatore. Alle loro spalle due paraventi dorati in miniatura ed ai fianchi due lanterne stelo chiamate bonbori. Sui piani inferiori si trova la corte, in ordine discendente  troviamo: tre cortigiane sannin kaniyo, cinque musici gonin bayashi in atto di suonare strumenti antichi, due ministri di corte Udaijin e Sadaijin (in quanto più anziano, rappresentato con una lunga barba, siede alla sinistra dell’imperatore: posizione ritenuta superiore dalla corte imperiale), sull’ultimo ripiano sono posti tre servi shi cho, ed ai loro lati trovano posto due piante ornamentali: un mandarancio ed un ciliegio (che può essere sostituito da un pesco). Infine, vengono posizionati anche piccoli oggetti di uso giornaliero delle donne aristocratiche del periodo Heian: specchi, cesti del cucito, oggetti per la cerimonia del tè, mobili e decorazioni floreali.
Queste rappresentazioni servono ad esaltare i tradizionali ruoli dei due sessi all’interno della famiglia. Il decoro della società feudale è stato scelto per il suo impatto coreografico e per il rigore che poi le giovani, una volta adulte e sposate, dovranno seguire.
Un set di bambole così composto e complesso risulta veramente ingombrante e caro per una famiglia, perciò oggi è molto popolare una versione con la sola coppia imperiale: economica e poco ingombrante, ma che rispetta il simbolismo originario.




*Kodomo no hi-la festa dei bambini festeggiata il quinto giorno del quinto mese e Tanabata il settimo giorno del settimo mese)

Calendario appuntamenti 19-01-2018

APPUNTAMENTI

2016 - WORK IN PROGRESS

ATTENZIONE Calendario non aggiornato! sad

Il paese più stupido del mondo

Incontro-dibattito con C.Giunta
lunedì 6 maggio 2013: 20.30
Cafè de la Paix TN

勉強会

Gruppo di ripasso lingua giapponese
Sabato 4 maggio: 10.30
Cafè de la Paix

Corso di lingua giapponese: principianti 1° livello

13° LEZIONE
Giovedì 2 maggio: 18.30-20.30
Scuole Bresadola-Trento

Corso di lingua giapponese: principianti 1° livello

10° LEZIONE
Giovedì 28 marzo: 18.30-20.30
Scuole Bresadola-Trento